Ridurre i consumi della caldaia: come fare

La caldaia a condensazione

La caldaia a condensazione è la tipologia che è diventano obbligatorio installare. L’unico requisito che deve esserci è il camino che possa permetterlo. Oggi nelle case di nuova costruzione il camino dovrebbe esser a norma. Il problema riguarda un po’ le case più vecchie che non sempre hanno un camino a norma. Dopo che il tecnico della ditta di manutenzione e assistenza caldaie Roma ha verificato la presenza di un camino adatto, la caldaia condensazione permette un notevole risparmio perché è in grado di recuperare parte del calore che viene dissipato tramite i fumi di scarico. Le emissioni che la caldaia produce durante il processo di combustione porta via parte del calore creando uno spreco davvero notevole: recuperando parte del calore che andrebbe altrimenti buttato fuori, la caldaia a condensazione è molto più efficiente.

La caldaia a pre miscelazione

Una caldaia a pre miscelazione è un modello che permette di avere dei consumi minori nel tempo grazie al fatto che prima che il gas venga bruciato per la produzione di acqua calda sanitaria, vien aggiunta anche dell’aria, un po’ come capita con il rubinetto di casa. Grazie all’aggiunta di aria nel gas, i consumi sono ridotti e ciò consente di avere una spesa minore nel tempo.

La sonda per rilevare la temperatura

Chi non ha la possibilità di installare le caldaie di ultima generazione come quelle descritte sopra, può chiedere alla ditta di manutenzione e assistenza caldaie Roma di migliorare il rendimento termico e ridurre i consumi installando una sonda che ha il compito di rilevare la temperatura esterna. In base al dato rilevato, la caldaia poi regola la sua temperatura e questo permette di avere dei consumi ridotti rispetta prima. Chi non ha il camino con al conformazione tale per una caldaia a condensazione o ancora non ha intenzione di sostituire l’apparecchio in uso, può risolvere in questo modo e ridurre sensibilmente i consumi e, di conseguenza, anche la bolletta.