Libretto della caldaia: tutto ciò che ancora non sai

Ti sei sempre chiesto che cos’è il libretto della caldaia e dove tenuto? Non sai ancora chi è il responsabile del libretto di impianto e a che cosa serve? Tutto quello che ancora non sai in merito a questo sempre citato libretto, lo trovi in questa brevissima guida che è davvero molo utile per fare maggiore chiarezza e caprie meglio.

Di che cosa si tratta

Il libretto di impianto è un piccolo quadernetto che viene consegnato dal tecnico installatore non appena acquisti una nuova caldaia. Se ti trovi in un’abitazione dove la caldaia è già presente e funzionante, il libretto dovrebbe trovarsi in giro e non devi chiamare il caldaista perché lui non ne ha una copia. Ogni vola che il tecnico delle caldaie Roma interviene per operazioni ordinarie o anche straordinarie, devi sempre presentare il libretto.

Le diverse sezioni del libretto della caldaia

Il libretto è diviso in diverse parti e la prima pagina è una delle più importanti poiché qui si trovano tute le informazioni utili sull’apparecchio in uso, come per esempio la marca, il modello e l’anno di installazione, nonché la sua potenza e il combustibile utilizzato. Consulta questa parte se non sai a che tecnico rivolgerti: di solito, infatti, qui vi è scritto qual è la ditta a cui affidarti per l’assistenza e manutenzione.

Un’altra parte molto rilevante del libretto è lo storico interventi dove il tecnico della manutenzione caldaie Roma annota quello che è stato fatto durante gli interventi in modo da poter risalite a ogni lavoro eseguito, soprattutto nel caso in cui venga inviato un tecnico diverso dal solito.

Dove ve conservato il libretto di impianto

Il libretto della caldaia va tenuto in casa in un luogo sicuro in maniera da poterlo tirar fuori non appena ti serve perciò meglio metterlo insieme a tutti i documenti importanti.

A chi spetta conservare il libretto

Il libretto di impianto no è nominativo perciò il suo responsabile cambia in base alla situazione: se cambi casa non portare con te il liberto ma lascialo al nuovo inquilino o proprietario.