Le 5 essenze di legno più usate per la realizzatone di infissi e serramenti

Abete

Per gli infissi in legno che devono stare esposti alle intemperie l’abete lamellare è molto indicato poiché è piuttosto duraturo. È un materiale considerato povero e ha infatti un prezzo molto accessibile ma non si pensi che non sia bello, anzi; il legno dell’abete è molto particolare perché ricco di nodi. Inoltre, questa essenza è adatta alla verniciatura in modo da modificare un po’ il colore e ottenere altri effetti.

Rovere

Una delle essenze di legno che va benissimo per realizzare infissi e serramenti per le finestre è il rovere che è duraturo e resistente. Si tratta infatti di un materiale duro della famiglia della quercia. Il suo colore si sposa bene con qualsiasi tipo di arredo grazie al suo colore piuttosto neutro ma che può esser verniciato per ottenere una colazione diversa.

Pino

Il pino è un legno un po’ più tenero e non ha proprio una buona resistenza alle intemperie se no ci si ricorda di impegnarlo con prodotti specifici. Il suo costo è molto basso e ha un colore chiaro che può andar bene con diversi tipi di arredo. Se si intende acquistare infissi a Roma in legno, questa è una buona soluzione sotto diversi punti di vista.

Castagno

Nel momento in cui si devono acquistare infissi a Roma, il legno di castagno è una soluzione validissima poiché si tratta di un’essenza molto resistente grazie alla sua durezza. Anche in questo caso, è importante proteggerlo dall’umidità per evitare che ne impregni e si macchi rovinando la sua estetica che si caratterizza per venature lunghe e da archi con sfumature.

Frassino

Il frassino è un legno che risulta un ottimo sostituto del più pregiato castagno: è sufficiente verniciarlo noce per renderli praticamente indistinguibili. Il motivo di tale scelte in merito agli infissi è dovuto al suo prezzo inferiore. Al naturale resta molto bello perfetto per abbinarsi con stili di arredo moderni e nordici poiché è molto chiaro, quasi bianco – grigio, con sfumature sul colore nocciola.