Come posare il parquet in legno: 4 alternative

La posa a correre

La posa a correre è il tipo di posa più classico che c’è. Il primo listello viene posato in un angolo della stanza lungo il muro e poi si procede fino ad arrivare al fine della fila. La seconda fila inizia con lo scarto della fila precedente in modo da minimizzare lo scarto potendo spendere meno. Infatti, se si optasse per altri tipi di posa, si deve almeno prendere il 10% in più di listelli rispetto alla superfice da coprire. La posa a correre è perfetta per listelli di ogni dimenticone ma è perfetta per quelli di grandi dimensioni poiché riesce a metter in risalto la loro bellezza.

Il cassero regolare

Si parla di cassero regolare per indicare una variante della posa a correre. Invece di usare lo scarto come primo listello della ifa lo si usa o intero o a metà creando un disegno delle fughe molto regolare, da qui il suo nome.

La posa obliqua

Invece di mettere i paralleli a muri, si possono sistemare in un altro verso cioè obliquo. È un lavoro che può andare bene sia per listelli piccoli ce grandi, mettendo sempre in evidenza le bellissime venature naturali. C’è un po’ più di scarto e di lavoro da fare perché i listelli della vendita parquet a Roma che vanno posati lungo i muri dovranno esser tagliati a 45 °.

Tanti disegni diversi

Una volta che si conoscono alcuni designi base si possono poi creare diverse pose con i listelli. Va detto perciò che un disegno di posa un po’ articolato oggi no è molto apprezzato poiché si rifà agli anni 70 o addirittura prima, cioè ai palazzi signorili. Si può sempre costruire una sorta di cornice tutto intorno alla stanza, detta in gergo bindello. Si devono posare i listelli paralleli alle pareti e solo dopo aver posato una fila si può iniziare la posa vera e proprio all’interno della cornice. Al maggior parte dei disegni complessi vien meglio se fatta con listelli di piccole dimensioni piuttosto che grandi.